• Ricotta forte

     9,36
    La ricotta forte è un prodotto caseario morbido e spalmabile che, a differenza della ricotta fresca, è in grado di mantenersi commestibile per lungo tempo.
  • La scamorza è un formaggio fresco a pasta filata ottenuto dal latte vaccino con un periodo di maturazione di 1 o 2 settimane. Ha la classica forma di pera con breve collo o testina ed un peso generalmente di 500 g. La crosta è sottile, di colore bianco o giallo paglierino più o meno intenso in funzione del tempo di maturazione. Nei primi strati della pasta, la struttura è tipicamente a sfoglie sovrapposte. Il sapore è dolciastro o leggermente sapido. L’odore è delicato e gradevole.
  • La scamorza è un formaggio fresco a pasta filata ottenuto dal latte pecorino con un periodo di maturazione di 1 o 2 settimane. Ha la classica forma di pera con breve collo o testina ed un peso generalmente di 500 g. La crosta è sottile, di colore bianco o giallo paglierino più o meno intenso in funzione del tempo di maturazione. Nei primi strati della pasta, la struttura è tipicamente a sfoglie sovrapposte. Il sapore è dolciastro o leggermente sapido. L’odore è delicato e gradevole.
  • Il Primitivo è una delle uve più antiche e nobili della Puglia. Introdotto in zona nei primi anni del 1800 dai monaci benedettini, importato probabilmente dalla Croazia. Viene coltivato esclusivamente ad Alberello con una resa per ettaro naturalmente bassa. In virtù della esposizione e dell’altitudine (500 m s.l.m.) dei vigneti risulta avere una personalità distinta rispetto agli altri primitivi pugliesi, meno potente nella struttura alcolica, che rimane comunque sostenuta, è più elegante e fragrante rispetto agli altri vini conterranei prodotti con la medesima uva. Nel rispetto dell’ambiente, è prodotto conuve da agricoltura biologica dai nostri migliori vigneti. È ottenuto dal vitigno Primitivo (100%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Il Primitivo è una delle uve più antiche e nobili della Puglia. Introdotto in zona nei primi anni del 1800 dai monaci benedettini, importato probabilmente dalla Croazia. Viene coltivato esclusivamente ad alberello con una resa per ettaro naturalmente bassa. In virtù della esposizione e dell’altitudine (500 m s.l.m.) dei vigneti risulta avere una personalità distinta rispetto agli altri primitivi pugliesi, meno potente nella struttura alcolica, che rimane comunque sostenuta, è più elegante e fragrante rispetto agli altri vini conterranei prodotti con la medesima uva. È ottenuto dal vitigno Primitivo (100%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Un taglio paritario di cinque varietà diverse fra loro per tradizione, tipo d’impianto, altitudine per dar vita ad un vino unico, nato quasi per caso, il cui obbiettivo è diventato dimostrare che tradizione ed innovazione possono fondersi perfettamente. È ottenuto dai vitigni Aglianico, Nero di Troia, Primitivo, Cabernet Sauvignon, Merlot in parti uguali.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • L’Uva o Nero di Troia è una delle uve più antiche e nobili della Puglia. Per decenni usato come vino da taglio, solo di recente ha dato prova di se in purezza facendoci scoprire insospettabili ed uniche fragranze gusto-olfattive. Un vino per molti ma non per tutti che si distingue per eleganza e personalità, ricchezza di tannini nobili e facile abbinabilità gastronomica. È ottenuto dal vitigno Uva di Troia (100%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Il Pier delle Vigne nasce nel 1991 e da allora, con esclusione della vendemmia 2002, è stato sempre proposto ai suoi massimi livelli. Dedicato al braccio destro di Federico Il di Svevia ed a cui si deve l’introduzione delle prime uve a bacca rossa in zona, è prodotto con un’attenta selezione di uve Montepulciano e Aglianico, provenienti dai nostri migliori vigneti. Un vino potente ed elegante, un must ormai tra i vini rossi di Puglia. È ottenuto dai vitigni Aglianico (60%) e Montepulciano (40%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Da uve primitivo, coltivate in una vigna centenaria in agro di Gioia del Colle: nasce questo vino unico. Dall'aspetto impenetrabile e dal colore rosso cupo intenso, all'olfatto richiama i profumi di frutti di bosco, amarene sotto spirito, vaniglia, tabacco, caffè tostato. Il suo gusto è morbido, avvolgente, vellutato sul palato. È ottenuto dal vitigno Primitivo di Gioia del Colle D.O.P.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Considerato da molti il più grande vino bianco di Puglia. Dal colore paglierino intenso, all'olfatto sprigiona il suo sentore di mela, pesca, melone e miele. Il suo gusto è fruttato, rotondo con un'acidità equilibrata. È ottenuto dai vitigni Greco Mascolino, Greco, Malvasia.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Il Montepulciano è un vitigno presente sul territorio sin dal 1230, importato per volere dell’Imperatore Federico Il di Svevia durante la costruzione del suo Castello di caccia, coevo del più famoso Castel del Monte che da qui dista pochi chilometri. Rosato dal colore intenso, e dalla spiccata personalità è uno dei vini simbolo della Puglia enologica che per prima è riuscita ad affermare in tutto il mondo questa tipologia di vino, così difficile da produrre. Dall'aspetto brillante e dal colore rosato di buona intensità, all'olfatto risulta essere fragrante e fruttato, con i suoi profumi di ciliegio sotto spirto e gelsi. Il suo gusto è ricco, fragrante, quasi croccante al palato, con acidità che gli conferisce freschezza. È ottenuto dal vitigno Montepulciano 100%.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Rosato dal colore intenso dalla notevole struttura e dalla spiccata personalità è uno dei vini simbolo della Puglia enologica che per prima è riuscita ad affermare in tutto il mondo questa tipologia di vino, così difficile da produrre. Dall'aspetto brillante e dal colore rosato di buona intensità, all'olfatto risulta essere intenso e fruttato, con i suoi profumi di ciliegio sotto spirto e gelsi. Il suo gusto è ricco, avvolgente e complesso. È ottenuto dal vitigno Vigna del Trono.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine