Il Montepulciano è un vitigno presente sul territorio sin dal 1230, importato per volere dell’Imperatore Federico Il di Svevia durante la costruzione del suo Castello di caccia, coevo del più famoso Castel del Monte che da qui dista pochi chilometri. Rosato dal colore intenso, e dalla spiccata personalità è uno dei vini simbolo della Puglia enologica che per prima è riuscita ad affermare in tutto il mondo questa tipologia di vino, così difficile da produrre.

Dall'aspetto brillante e dal colore rosato di buona intensità, all'olfatto risulta essere fragrante e fruttato, con i suoi profumi di ciliegio sotto spirto e gelsi. Il suo gusto è ricco, fragrante, quasi croccante al palato, con acidità che gli conferisce freschezza.

È ottenuto dal vitigno Montepulciano 100%.

Fonte: Botromagno – Vigneti & Cantine