• Di colore rosso rubino tendente al granato, con sentori secondari e terziari che ricordano spezie e frutta rossa matura. Sviluppa una fruttuosità densa e polposa. E’ molto corposo e stupisce per la sua piacevole tannicità. È ottenuto dai vitigni Aglianico, Cabernet Sauvignon.

    Fonte: Colli della Murgia

  • Paté di cipolla

     5,04
  • Prelibatezza ottenuta dalla selezione di alcune mente selvatiche (mentastri) della Murgia.

    Fonte: Amari & Rosoli

  • Baluff

     3,90
    Ha profumi agrumati, note di frutta esotica e sentori erbacei che derivano dalla generosa luppolatura e dai malti lievemente caramellati. Al gusto svela un carattere intenso e persistente. Poco frizzante, dall’amaro pronunciato ma non pungente, irresistibilmente allettante.

    Fonte: Birrificio degli Ostuni

  • Il lungo affinamento fa di esso un vino maestoso, d’armonioso equilibrio al palato. Al naso propone inizialmente sentori speziati di pepe nero che evolvono in sentori di ciliegia e di confetture. È ottenuto dai vitigni Aglianico, Cabernet Sauvignon.

    Fonte: Colli della Murgia

  • Di colore rosso rubino intenso, si presenta con un bouquet di frutti di bosco e profumi floreali che ricordano la viola. Al gusto sfoggia tannini leggermente astringenti che permettono l’abbinamento a piatti strutturati a base di carni bianche. È ottenuto dai vitigni Aglianico e Primitivo.

    Fonte: Colli della Murgia

  • Paté di olive

     4,50
  • Per la produzione di questo squisito rosolio si utilizzano solo i fusti ed i rami pazientemente pestati allo stato fresco.

    Fonte: Amari & Rosoli

  • Comare

     3,90
    Un bouquet di erbe e spezie che ricorda la Murgia e i campi in fiore. Un consistente numero di aromi le dona interesse ed unicità. Il sapore è piuttosto complesso, al palato mostra una secchezza dissetante e un amaro pronunciato frutto di una sapiente e ricercata combinazione di ingredienti.

    Fonte: Birrificio degli Ostuni

  • Il Primitivo è una delle uve più antiche e nobili della Puglia. Introdotto in zona nei primi anni del 1800 dai monaci benedettini, importato probabilmente dalla Croazia. Viene coltivato esclusivamente ad alberello con una resa per ettaro naturalmente bassa. In virtù della esposizione e dell’altitudine (500 m s.l.m.) dei vigneti risulta avere una personalità distinta rispetto agli altri primitivi pugliesi, meno potente nella struttura alcolica, che rimane comunque sostenuta, è più elegante e fragrante rispetto agli altri vini conterranei prodotti con la medesima uva. È ottenuto dal vitigno Primitivo (100%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Colore giallo paglierino, con profumi che richiamano la mela annurca e la salvia, e sentori floreali che ricordano l’acacia. Al gusto è fresco e sapido con perlage fine e molto persistente. È ottenuto dai vitigni Greco, Malvasia, Bianco d’Alessano, Moscato.

    Fonte: Colli della Murgia