• Un taglio paritario di cinque varietà diverse fra loro per tradizione, tipo d’impianto, altitudine per dar vita ad un vino unico, nato quasi per caso, il cui obbiettivo è diventato dimostrare che tradizione ed innovazione possono fondersi perfettamente. È ottenuto dai vitigni Aglianico, Nero di Troia, Primitivo, Cabernet Sauvignon, Merlot in parti uguali.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Il Primitivo è una delle uve più antiche e nobili della Puglia. Introdotto in zona nei primi anni del 1800 dai monaci benedettini, importato probabilmente dalla Croazia. Viene coltivato esclusivamente ad Alberello con una resa per ettaro naturalmente bassa. In virtù della esposizione e dell’altitudine (500 m s.l.m.) dei vigneti risulta avere una personalità distinta rispetto agli altri primitivi pugliesi, meno potente nella struttura alcolica, che rimane comunque sostenuta, è più elegante e fragrante rispetto agli altri vini conterranei prodotti con la medesima uva. Nel rispetto dell’ambiente, è prodotto conuve da agricoltura biologica dai nostri migliori vigneti. È ottenuto dal vitigno Primitivo (100%).

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • L’Amaro Gariga di Murgia è un elisir digestivo delicatamente amaro, composto da 43 erbe, quasi totalmente selvatiche, provenienti dai vasti territori dell’Alta Murgia barese e da altri luoghi incontaminati limitrofi.

    Fonte: Amari & Rosoli

  • Il lungo affinamento fa di esso un vino maestoso, d’armonioso equilibrio al palato. Al naso propone inizialmente sentori speziati di pepe nero che evolvono in sentori di ciliegia e di confetture. È ottenuto dai vitigni Aglianico, Cabernet Sauvignon.

    Fonte: Colli della Murgia

  • A’Stout

     4,40
    Tenace, sofisticata, robusta. L’Imperial A’Stout è caratterizzata da malto d’orzo tostato che ne imbrunisce il colore, rendendola scura, praticamente nera. Sapore forte e intenso. Corpo morbido e secco. Schiuma color cappuccino, compatta, dalla consistenza vellutata. Racchiude in sè aromatiche note di caffè, tabacco, liquirizia e cioccolato.

    Fonte: Birrificio degli Ostuni

  • Antico vitigno di origine Romana, era quasi scomparso in zona; dalle poche piante superstiti è stato recuperato e reimpiantato nel 1995. Nel rispetto dell’ambiente, è prodotto con uve da agricoltura biologica dai nostri migliori vigneti. Dal colore oro chiaro, all'olfatto risulta essere ricco e awolgente, con i suoi profumi di frutta esotica, pesca, fiori d’acacia. Il suo gusto è morbido, ricco, con una spiccata vena acida, estremamente lungo al palato. È ottenuto dal vitigno Fiano.

    Fonte: Botromagno - Vigneti & Cantine

  • Baluff

     3,90
    Ha profumi agrumati, note di frutta esotica e sentori erbacei che derivano dalla generosa luppolatura e dai malti lievemente caramellati. Al gusto svela un carattere intenso e persistente. Poco frizzante, dall’amaro pronunciato ma non pungente, irresistibilmente allettante.

    Fonte: Birrificio degli Ostuni

  • Cacioricotta

     6,55
    Il cacioricotta è un formaggio a forma cilindrica, dal peso variabile tra i 300 ai 600 g, ottenuto da latte ovino, caprino o misto, fresco o sottoposto a maturazione che dura circa 60 giorni. Esternamente ha un colore giallo paglierino e può presentare le impronte delle fiscelle. La pasta, invece, è di colore bianco, friabile e priva di occhiature, mentre il sapore è delicato, gradevole, tendente al gusto di cotto. Come prodotto stagionato può essere usato come formaggio da grattugia.
  • Il Capocollo della Murgia è un insaccato ottenuto da carne di suini nati ed allevati in maniera estensiva principalmente nel territorio dell’Alta e Bassa Murgia ed è prodotto nel periodo di tempo che va da settembre a maggio dell’anno successivo.
  • Carciofo

     4,95
    Il carciofo, nome comune del Cynaria scolymus, è un ortaggio con un fusto robusto e ramificato che appartiene alla famiglia delle composite. È un ortaggio noto e consumato fin dai tempi antichi e l’attuale nome volgare deriva dal neo-latino articactus; era già utilizzato come alimento dal popolo egiziano ed in seguito dai greci e dai romani. La coltura del carciofo è diffusa maggiormente in alcuni Paesi del Mediterraneo, soprattutto in Italia.
  • Cavatelli

     2,43
    Il cavatello è il tipico e ormai noto formato di pasta fresca preparata in casa dal colore giallino dalla forma affusolata e arrotolata, detta “a tre dita”.
  • Il cece nero della Murgia carsica è diverso, per forma, dal cece sultano comune. La sua forma, infatti, ricorda un chicco di mais; la buccia è rugosa e irregolare. È molto gustoso e ricchissimo di ferro e fibre, tanto da contenerne tre volte tanto quanto la quantità presente in un cece normale.