Il peperoncino è stato da sempre coltivato. Il suo consumo si è sviluppato inizialmente come fresco, tagliato a pezzettini ed utilizzato come condimento.

Successivamente, per ampliare il periodo di disponibilità, è stato usato come conserva, come sottolio, quindi come contorno o come companatico con del pane casereccio o con pomodorini freschi, durante tutto l’anno.

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti

Peperoncini rossi dolci
Semi di finocchio
Prezzemolo
Aglio
Olio extravergine d’oliva
Sale

Procedimento

Lasciare per una settimana i peperoncini rossi al sole, sistemati a mo’ di corona, in modo che vengano appassiti. Successivamente, tagliarli con le forbici a pezzettini, eliminando il peduncolo e i semini e salarli, con una quantità di 100 g di sale per ogni chilo di peperoncini. Lasciare riposare il tutto per 24 ore. Trascorse le 24 ore, scolare i peperoncini per eliminare l’acqua di vegetazione rilasciata con il sale e lasciare asciugare su un telo per una notte. I peperoncini vanno conservati in vasetti di vetro, conditi con olio extravergine d’oliva, semi di finocchio, aglio e prezzemolo tritati. È possibile aggiungervi anche qualche peperoncino piccante a piacere.