Murgiamadre è un progetto di mappatura e di analisi del chilometraggio di tutte le tipicità agroalimentari relative al territorio della Murgia Appulo-Lucana. Murgiamadre si propone di diffondere la cultura alimentare, l’educazione al gusto e alla biodiversità dell’area in questione. Il suo obiettivo principale è quello di tutelare innanzitutto l’autenticità delle materie prime che sono alla base della cultura alimentare murgiana, ponendo l’accento sui processi produttivi, nonché sui percorsi storico-culturali ad essi correlati, che fino ad oggi fanno l’oggetto di una trasmissione orale secolare.

Ad oggi manca una banca dati ufficiale che raccolga i Prodotti Tipici agroalimentari dell’intera Murgia. Solamente attraverso uno studio attento e dettagliato del territorio e attraverso una raccolta di informazioni relative alle varie tipicità che compongono questo immenso tesoro culturale, sarà possibile “blindare” i prodotti tipici murgiani, marginali rispetto all’ampio panorama enogastronomico italiano.

In un periodo, quale è quello contemporaneo, in cui a livello internazionale predominano le grosse lobby distributive, le quali, oltre a trattare il cibo alla stessa stregua di un qualsiasi altro prodotto commerciale, incuranti  del consistente patrimonio ambientale e umano che si cela dietro, spingono verso una standardizzazione della domanda, nonché dell’offerta, è necessario riappropriarsi del proprio territorio partendo proprio dalle tipicità enogastronomiche, portatrici indiscusse di storia e cultura.

La grandezza del Made in Italy risiede nell’eccellenza delle produzioni, nella diversificazione produttiva, ma soprattutto nel grande patrimonio di know-how di trasformazione delle materie prime che conferiscono unicità alle produzioni nostrane. Partendo da tale considerazione prende avvio la missione di Murgiamadre: valorizzare questo immenso patrimonio immateriale, un patrimonio di vita.

Ogni singolo prodotto racchiude in se un insieme di valori autentici, che per secoli sono stati alla base di numerose manifestazioni culturali, quali ad esempio il rito del matrimonio, ma anche dei semplici gesti della vita quotidiana, che oggi sono a rischio di estinzione.

Il progetto Murgiamadre è un piccolo, ma allo stesso tempo importante passo per la salvaguardia del patrimonio culturale murgiano. Alla mappatura delle tipicità murgiane, seguirà un censimento, tra i ristoratori e produttori del territorio murgiano, in modo da poter valutare l’effettivo consumo delle produzioni locali, analizzandone il chilometraggio. Il passo successivo sarà l’attuazione di un piano d’informazione sui vari prodotti e sugli aspetti storico-culturali del territorio con il fine di promuoverli a livello “glocale”, gettando delle solide fondamenta per un rebranding territoriale che oltremodo stimoli e risvegli il senso di appartenenza ad un’identità culturale.